10 cose che potresti non sapere sull'indipendenza americana

Comunicazione

Il 4 luglio, gli americani mangiano hot dog e torta di mele, guardano i fuochi d'artificio e nuotano. Ma cosa stiamo davvero celebrando? Le risposte standard a questa domanda sono che stiamo celebrando la nostra indipendenza o la firma della Dichiarazione di Indipendenza. Bene, sì e no.

Ecco 10 cose che potresti non sapere sulla nostra festa dell'indipendenza americana:

1. L'indipendenza non è stata dichiarata il 4 luglio:

Il secondo congresso continentale ha effettivamente votato per l'indipendenza il 2 luglio. In effetti, John Adams scrisse a sua moglie Abigail, prevedendo che le generazioni future avrebbero celebrato il 2 luglio come Giorno dell'Indipendenza, dicendo: "Il secondo giorno di luglio 1776, verrà celebrato dalle generazioni successive come il grande festival dell'anniversario. Dovrebbe essere solennizzato con sfarzo e sfilata, con spettacoli, giochi, sport, pistole, campane, falò e illuminazione, da un'estremità all'altra del continente, da questo momento in avanti per sempre ”. Il 4 luglio 1776 è significativo perché quello è il giorno in cui il Congresso ha adottato ufficialmente il documento della Dichiarazione di Indipendenza, ma contrariamente a quanto molti credono non sia stato firmato il 4 luglio. La cerimonia ufficiale della firma è avvenuta il 2 agosto, quando la maggior parte dei firmatari ha apposto il proprio nome su il documento, ma altri rappresentanti hanno firmato il documento durante l'estate del 1776. Infine, non ci sono testimonianze storiche di John Hancock che afferma che la sua firma è così grande da consentire a Re Giorgio di leggerlo. È stato suggerito che la firma di Hancock è di gran lunga la più grande firma semplicemente perché era il presidente del Congresso.

2. New York era in ritardo:

Quando il Congresso Continentale dichiarò l'indipendenza dalla Gran Bretagna, il voto ufficiale fu di 12 a favore, 0 contro. Ma aspetta, potresti chiedere, non c'erano 13 colonie? Dov'è l'ultimo? La risposta: la colonia di New York si è astenuta dal voto originale del 2 luglio. New York non ha deciso di aderire fino al 19 luglio.

3. Era una cosa degli Stati prima:

L'indipendenza non era qualcosa che era limitato al Congresso. È iniziato come una cosa statale e locale. In effetti, la primissima Dichiarazione di Indipendenza arrivò il 4 ottobre 1774 (21 mesi prima che il Congresso continentale dichiarasse l'indipendenza) dalla città di Worcester, Mass. Durante i successivi 21 mesi un totale di 90 dichiarazioni di indipendenza statali e locali sarebbero state essere fatto. Quando la Virginia dichiarò la sua indipendenza nel maggio 1776, mandarono il rappresentante Richard Henry Lee al Congresso continentale con istruzioni specifiche per presentare una risoluzione di indipendenza per il voto del Congresso, alleandendo così tutte le colonie – che presto diventeranno stati – contro gli inglesi Empire in the War for Independence.

4. Le truppe americane non combatterono sotto la bandiera americana durante la rivoluzione:

Il 4 luglio è sempre accompagnato da molte bandiere sventolanti, ma i soldati della Rivoluzione americana non hanno effettivamente combattuto sotto la bandiera americana. In effetti, i nostri Fondatori non consideravano davvero la bandiera così importante e il design della bandiera variava sia nel numero di strisce che nella formazione delle stelle. Il motivo per cui fu adottata una bandiera uniforme fu che le nostre navi della marina militare potessero essere facilmente identificate quando arrivavano in porti stranieri, ma i ragazzi dell'esercito continentale non combatterono sotto questa bandiera. In effetti, la bandiera degli Stati Uniti è stata considerata così irrilevante che nel 1794, quando qualcuno ha presentato un disegno di legge al Congresso per aggiungere due stelle alla bandiera in rappresentanza dell'ingresso del Vermont e del Kentucky nell'Unione, molti membri della Camera lo hanno ritenuto troppo banale a cui prestare attenzione. Un rappresentante ha dichiarato che questa faccenda era "un affare insignificante che non doveva attirare l'attenzione della Camera, quando era loro dovere discutere di questioni di infinitamente maggiore importanza". Alla fine, il disegno di legge è stato approvato semplicemente sbarazzarsene. L'esercito continentale continuava a combattere sotto le bandiere, ma queste bandiere erano tutte diverse a seconda del reggimento.

5. I nostri padri fondatori non erano radicali:

Come americani, ci piace pensare che ciò che abbiamo fatto durante la rivoluzione americana fosse originale e che le nostre idee di libertà e diritti fossero nuove e progressiste. Ma la verità è che i nostri Padri fondatori non erano nuovi pensatori radicali – tutte le loro idee e filosofie erano radicate profondamente nella storia. Le idee sui diritti delle persone, sulla libertà e sui contratti sociali possono essere rintracciate attraverso la nostra storia coloniale, in particolare con il Mayflower Compact, e ancora di più attraverso la storia britannica e la common law inglese. Queste idee possono anche essere viste al lavoro nell'era medievale con la Magna Carta fondata per la prima volta nel 1215. I nostri padri fondatori hanno cercato l'indipendenza per preservare i loro "diritti naturali come inglesi". Anche se è vero che nessuna colonia era mai riuscita dalla madre paese prima e gli inglesi si affrettarono a chiamarlo tradimento, tutto ciò che i nostri fondatori fecero era, in effetti, legale. Lo stesso Jefferson spiega che la Dichiarazione non intendeva esprimere nulla di nuovo. Disse che era "non scoprire nuovi principi o nuovi argomenti, mai pensati prima, non semplicemente dire cose che non erano mai state dette prima, ma mettere davanti all'umanità il senso comune dell'argomento".

6. Non siamo una democrazia:

Le persone spesso associano la democrazia alla libertà. Sentiamo questa parola usata continuamente dai nostri politici, dai nostri vicini, a volte anche dai nostri educatori. Ma il fatto è che non siamo una democrazia. Siamo una repubblica I nostri padri fondatori hanno ritenuto che ciò costituisse un'importante distinzione e abbiamo discusso un po 'la questione. Alla fine, i nostri padri fondatori hanno affermato che una democrazia era sia estrema che pericolosa per un paese in quanto avrebbe sicuramente provocato l'oppressione della minoranza da parte della maggioranza. Prendiamo questo esempio dal padre fondatore, Elbridge Gerry: "I mali che sperimentiamo derivano dall'eccesso di democrazia". E Thomas Jefferson ha affermato che la democrazia non dovrebbe mai essere praticata al di fuori dei limiti di una città. I nostri Fondatori erano molto diffidenti nei confronti del potere, non importa chi lo possedesse e quindi lo limitavano il più possibile – ecco perché disponiamo di un sistema così unico di controlli ed equilibri.

7. Lo scandalo di Jefferson-Hemings – Non così scandaloso dopo tutto?

Con il Giorno dell'Indipendenza arrivano molti discorsi sulla Dichiarazione di Indipendenza e con quel discorso arrivano riferimenti a Thomas Jefferson, che in questi giorni finirà inevitabilmente con lo scandalo di Sally Hemings. L'affermazione che Jefferson generò bambini con Hemings iniziò dal rivale politico di Jefferson Alexander Hamilton come un tentativo di imbrattarlo e screditarlo. Negli ultimi anni queste affermazioni hanno attirato molta attenzione da parte dei media quando è stato fatto un test del DNA sui discendenti di Sally Hemings, che ha portato le persone a sostenere che Thomas Jefferson era definitivamente il padre dei suoi figli. Tuttavia, la questione è tutt'altro che risolta e ci sono ancora storici su entrambi i lati della navata in questo dibattito. Il test del DNA in realtà dimostra che un maschio della famiglia Jefferson ha generato i figli di Sally Hemings – questo è un numero di possibilità. A questo punto, la scienza non può effettivamente fornirci una risposta definitiva sull'argomento.

8. I nostri padri fondatori non avrebbero recitato l'impegno:

Un'altra tradizione patriottica che attira molta attenzione, in particolare in questo periodo dell'anno, è la promessa di fedeltà. L'impegno non esisteva durante la vita dei nostri Fondatori – qualcosa che è molto chiaro quando si guarda il suo testo. The Pledge è stato scritto oltre un secolo dopo la fondazione dell'America nel 1892. È stato anche scritto da un socialista – Francis Bellamy, il cui testo originale era: “Prometto fedeltà alla mia bandiera e alla Repubblica per cui si erge, una nazione, indivisibile, con libertà e giustizia per tutti ”. Secondo i nostri Fondatori, gli stati non sono indivisibili, ma decisamente il contrario. In effetti, quando ratificarono la Costituzione degli Stati Uniti, alcuni stati, tra cui la Virginia, tra gli altri, dichiararono espressamente il diritto di recedere dall'Unione qualora dovessero ritenere necessario solo un'ulteriore precauzione per assicurarsi che tale diritto statale fosse compreso. I nostri Fondatori hanno preso molto sul serio i diritti dei loro stati e hanno considerato la Costituzione degli Stati Uniti un patto tra gli stati sovrani in modo che qualsiasi stato potesse secedere se ritenesse che il governo federale fosse diventato opprimente. Quindi, se non con un impegno, come potrebbero iniziare i nostri padri fondatori incontri e celebrazioni? La risposta: molto probabilmente con una preghiera. In effetti, la prima risoluzione proposta prima del Primo Congresso Continentale, e immediatamente approvata, fu la dichiarazione che avrebbero aperto ogni incontro con una preghiera.

9. The Midnight Ride of Paul Revere. . . e altri 40?

La mitologia della corsa di mezzanotte di Paul Revere può essere fatta risalire all'anno 1860 con la scrittura di quel famoso poema, "Revide's Ride di Paul". Ecco cosa è realmente accaduto: il 18 aprile 1775, alle truppe britanniche fu ordinato di arrestare John Hancock e Samuel Adams, entrambi a quel tempo erano a Lexington e per sequestrare armi e provviste a Concord. Dopo aver sentito questo, Paul Revere e William Dawes sono partiti a cavallo – prendendo due percorsi diversi per Lexington per avvertire Hancock e Adams. Lungo la strada, hanno avvertito le città attraversate dall'invasione britannica. Alla mattina del 19 aprile circa 40 uomini erano fuori a cavallo per diffondere la notizia. Revere arrivò prima a Lexington, seguito da Dawes. I due uomini si diressero quindi verso Concord, ma furono intercettati dalle truppe britanniche. Dawes, sebbene ferito, riuscì a fuggire, ma Revere fu catturato. Fu salvato dai miliziani americani poco dopo. Fu durante questo scontro tra truppe britanniche e miliziani americani a Concord che fu sparato il famoso colpo sentito in giro per il mondo.

10. I soldati britannici del massacro di Boston furono difesi da John Adams in tribunale:

Il massacro di Boston, il 5 marzo 1770, iniziò con una rivolta e si concluse con le truppe britanniche che uccisero cinque uomini. L'incidente aiuta a scatenare la grande ribellione, che portò alla guerra rivoluzionaria, ma le tensioni erano aumentate a Boston da quando le truppe britanniche avevano occupato la città nel 1768. Ma potresti essere sorpreso di sapere che uno dei Padri Fondatori difese effettivamente i soldati britannici che sono stati accusati di aver ucciso i civili. John Adams, come molti dei nostri padri fondatori, era un avvocato e, sebbene fosse un patriota, credeva fermamente nel diritto a un processo equo e accettò di rappresentare le truppe britanniche in tribunale. Adams riuscì a far assolvere il capitano Thomas Preston come la maggior parte degli altri. E ai due soldati condannati è stata risparmiata la pena di morte.

Quindi, questo 4 luglio, cerca ciò che stai celebrando e ne parli con la tua famiglia. Benjamin Franklin ha detto che abbiamo la Repubblica, se possiamo tenerlo. L'ex membro del Congresso e autore del libro "In sintonia con l'America: la nostra storia nella canzone", ha affermato George Nethercutt Jr.: "Il fondamento delle libertà di cui godiamo come americani è la Costituzione degli Stati Uniti, la costituzione più lunga sopravvissuta di qualsiasi nazione. nella storia. Essere civicamente inconsapevoli significa diminuire la nostra libertà, ma conoscere la nostra storia ci rende tutti americani migliori. Leggi i documenti di fondazione della nostra nazione e ti ispireranno ".

You May Also Like

biggest lie
Superare la più grande menzogna dell'uomo
brain teaser questions
Rompicapo Domande e risposte

Must Read

Menu