Come stai influenzando coloro che ti circondano?

Leadership

Quando la vita sul posto di lavoro è incentrata sui risultati e sui risultati, è facile adottare la stessa mentalità anche in altri luoghi. Quindi, abbiamo genitori che gridano all'arbitro alle partite della Little League, o che incoraggiano i loro figli a ottenere le A diritte, o si oppongono ai giocatori che allenano nel calcio Pee Wee per essere "mentalmente duro". A casa, nel tempo limitato rimasto per la famiglia, sono tentati di criticare se la casa non è proprio così o di stipare tutto ciò che vogliono che i loro coniugi o figli sappiano, invece di prendersi del tempo per costruire il tipo di relazioni familiari che Dio intende.

Nella nostra società, che lo ammettiamo o no, l'atteggiamento prevalente è che i fini giustificano i mezzi. Ci diciamo che il "tempo di qualità" può compensare la mancanza di tempo in quantità e che finché raggiungiamo qualsiasi obiettivo temporaneo e mondano che stiamo perseguendo, va tutto bene. Continua a salire. Pensiamo che i nostri coniugi e i nostri figli abbiano prima bisogno di noi per avere successo, quindi avremo il tempo di essere una parte importante della loro vita.

I nostri valori sono fuori luogo?

Razionalizziamo questo tipo di pensiero confuso fino a quando non iniziamo davvero a credere che il nostro esempio, il nostro impatto e il nostro valore per gli altri – famiglia, amici e colleghi – sono misurati da ciò che produciamo e dalle cose terrene che accumuliamo. La nostra società ama e rispetta premi, lauree, denaro, status, risultati e immagine. Guarda i riconoscimenti che accumuliamo su magnati, star del cinema, atleti professionisti … e allenatori di calcio.

Ma senza relazioni significative, relazioni in cui investiamo noi stessi, in cosa consiste tutto ciò? È facile rispondere: polvere.

Siamo concentrati su ciò che conta?

Se prendi solo una cosa da questo post, lascia che sia questo: le relazioni sono in definitiva ciò che conta: le nostre relazioni con Dio e con le altre persone. La chiave per diventare, quello che chiamo leader mentore, sta imparando a mettere al primo posto le altre persone. Vedi, la domanda che brucia nel cuore del leader del mentore è semplicemente questa: cosa posso fare per migliorare le altre persone, per farle diventare tutte quelle che Dio le ha create?

Come stiamo influenzando coloro che ci circondano?

Una vita trascorsa focalizzata sulle cose del mondo non aggiungerà valore alla vita degli altri. Invece di chiedere, come posso portare la mia azienda, la mia squadra o la mia famiglia ad un livello di successo più elevato? Dovremmo chiederci: come possono prosperare gli altri intorno a me come risultato della mia leadership? Fioriscono affatto? In che modo la mia leadership, il mio coinvolgimento nelle loro vite – in qualunque contesto ci troviamo – hanno un'influenza e un impatto positivi e duraturi su di loro?

Stiamo cogliendo ogni opportunità per avere un impatto positivo?

In poche parole, la leadership è influenza. Influenzando un'altra persona, guidiamo quella persona. La leadership non dipende da una posizione o un ruolo formale. Possiamo trovare opportunità di leadership ovunque andiamo. Allo stesso modo, la leadership non si basa sulla manipolazione o sulla prescrizione, anche se a volte può apparire così a un osservatore esterno. Mantenendo i nostri motivi in ​​linea con il fare il meglio per coloro che ci circondano, ci terremo concentrati sull'essere un'influenza positiva.

Suono spento: se influenza, coinvolgimento, miglioramento e impatto sono principi fondamentali della leadership del mentore, come possiamo renderli centrali in tutto ciò che facciamo?

You May Also Like

take care of yourself
5 semplici modi per prenderti cura di te stesso
fighting temptation
La battaglia della tentazione di combattimento

Must Read

Menu