Condivisione eccessiva: stai distruggendo la privacy online di tuo figlio?

Stili genitoriali

Il sistema sanitario dell'Università del Michigan ha svolto sondaggi per studiare una tendenza emergente denominata "sovrapartecipazione". È un'etichetta per l'eccessiva condivisione sui bambini che va avanti con i genitori sui social media. Alcune delle più grandi star di Twitter e YouTube di oggi indossano ancora i pannolini, ma le loro vite sono in mostra al mondo. La loro privacy online è inesistente.

Il problema non è solo che i tuoi coetanei adulti potrebbero stancarsi con il costante post su ogni capriccio, ogni momento carino, ogni … singola … cosa. È che i tuoi figli non hanno voce in capitolo sull'identità digitale che viene creata per loro e che li seguirà per il resto della loro vita, piaccia o no. La loro è la prima generazione a crescere sotto i riflettori dell'era digitale e non hanno nemmeno vissuto abbastanza a lungo perché nessuno di noi ne comprenda appieno le ramificazioni.

Allora, qual è il confine per te quando sono interessati i tuoi figli? Sei stato colpevole di aver condiviso troppo in passato? Impara come evitare la "condivisione eccessiva" e dai ai tuoi figli la privacy online che meritano.

I tuoi follower su Instagram e Facebook non amano tuo figlio.

Suona duro, non è vero? Ma è vero. E i desideri più profondi del cuore di tuo figlio, le loro domande più tenere e le loro sfide da bambino non dovrebbero essere affidati a persone che non li amano. Proteggi quei momenti teneri e tieni una siepe di protezione intorno a tuo figlio.

Non va mai via. Mai.

Tra dieci anni, quando tuo figlio finirà il college e cercherà il primo lavoro, le risorse umane dell'azienda XYZ lo troveranno su Google prima che tu possa battere ciglio. Avrebbe scelto di graffiare una foto d'infanzia del suo sedere nudo alla sua domanda di lavoro? Probabilmente no. Ma pubblicandolo su Facebook anni fa, l'hai fatto per lui. Grazie mamma.

L'eccessiva condivisione porta a una delle due insidie: esporre o posare.

Se vuoi proteggere la privacy e i sentimenti di tuo figlio, ma insisti a pubblicare spesso su di lui, ciò porterà a un sacco di imbiancatura della vita della tua famiglia. In sostanza diventerai un poser: qualcuno che proietta che loro e la loro famiglia sono praticamente perfetti. Può causare molta invidia e insicurezza a coloro che guardano digitalmente da lontano. All'altro estremo, se insisti a "mantenerlo reale", esporrai fallimenti e difetti che i tuoi figli preferirebbero mantenere privati. La risposta? Meno condivisione nel complesso.

Considera l'idea di mettere a punto le tue autorizzazioni e impostazioni.

Molte mamme che conosco dicono: "Pubblico molto sui miei figli in modo che i loro nonni, zie e zii fuori città possano sentirsi parte della loro vita". E questo è un desiderio legittimo. Ma prenditi il ​​tempo necessario per creare "gruppi di amici" separati su Facebook o su altre piattaforme di social media e scegli quali post sono i migliori per il pubblico e quali possono essere visti solo dai familiari.

Puoi leggere di più sullo studio del sistema sanitario dell'Università del Michigan qui.

Dicci! Quando è stata l'ultima volta che hai condiviso troppo?

Dana Hall McCain scrive di matrimonio, genitorialità, fede e benessere. È una mamma di due figli ed è sposata con un ragazzo meraviglioso da oltre 18 anni.

You May Also Like

Perché i migliori genitori sono genitori agricoltori {5 tratti che vale la pena abbracciare}
Perché i migliori genitori sono genitori agricoltori {5 tratti che vale la pena abbracciare}
3 modi per coltivare la connessione sessuale quando il rapporto sessuale non è possibile
3 modi per coltivare la connessione sessuale quando il rapporto non è possibile

Must Read

Menu