Grandi lezioni di vita dalla storia del calcio

Leadership

Quando ero adolescente, i miei amici e io abbiamo assorbito le epiche lezioni di vita dal calcio in molti pomeriggi. Il nostro campo di scelta era molto aperto accanto alla casa del mio migliore amico. Ci saremmo riuniti non sapendo davvero che stavamo imparando ad essere uomini … ci stavamo solo divertendo molto. Un giorno, stavo giocando a QB e la mia squadra veniva indirizzata. Avevo un tipo nella mia squadra che era un po 'strano nel quartiere. Era enorme e molto atletico, ma era sempre imprevedibile. Questo ragazzo si fidava di me anche se avevo la metà delle sue dimensioni perché sapeva che ero appassionato di riuscire in questi momenti. Non mi piaceva perdere e vedevo opportunità nelle capacità di questo uomo-bambino se fossero state affinate correttamente. Mettendolo da parte, lo convinsi che nessuno sul campo aveva alcuna possibilità di fermarlo se avesse creduto in se stesso. Era vero. Al termine del gioco, la nostra competizione era a pezzi e cercava di capire cosa fosse successo. È stato bellissimo. Quello è il calcio.

Le grandi lezioni di vita sul calcio saturano la nostra cultura, e qui ci sono alcune delle più famose per cui attingere:

Non abbandonare mai la speranza

Nel 2013, l'Alabama è entrata nel leggendario Iron Bowl al primo posto e Auburn al quarto posto. Tutte le speranze e i sogni di un campionato nazionale sono arrivati ​​a questo gioco per entrambe le squadre. Un anziano Auburn poco conosciuto di nome Chris Davis sarebbe presto diventato una leggenda per secoli. Chris non ha mai avuto una relazione con suo padre, ma ha aggiunto "Jr." alla sua maglia quella stagione per riconoscerlo comunque. All'inizio della giornata, è stato onorato come senior e suo figlio di 3 anni, Chris Davis III, era al suo fianco. Ha detto: "Non ho mai avuto la possibilità di vedere mio padre crescere, quindi lo prendo ogni giorno e cerco di essere un papà migliore." Con il gioco in pareggio e il cronometro esaurito, l'Alabama ha realizzato un field goal di 57 yard per vincere. Pensando al miracolo, l'allenatore di Auburn mise Davis in fondo alla zona di fondo in caso di mancata. La palla finì proprio nelle sue mani nella parte posteriore della zona di fine, e Chris Davis decollò per un ritorno di 109 yard per un touchdown vincente. Non abbandonare mai la speranza. Chris Davis non ha fatto la paternità e non ha vinto. Non sappiamo mai cosa potrebbe accadere se continuassimo a provare.

Perseveranza e carattere

Jim Plunkett ha vinto il Heisman Trophy del 1970, il Rose Bowl del 1970 con Stanford, due Super Bowls nella NFL (XV, XVIII), il Super Bowl MVP (XV), il Rookie of the Year dell'AFC nel 1971, ed è stato inserito nella College Football Hall of Fame nel 1990. La sua storia che arriva a tutti questi traguardi scopre un uomo di grande carattere e perseveranza. Era nato in povertà come figlio di genitori messicano-americani. Suo padre ha subito la cecità progressiva e sua madre, in parte nativa americana, era completamente cieca. Jim ha lavorato già nella scuola elementare per aiutare la famiglia. Il calcio lo ha tirato su ed è diventato uno dei più grandi quarterback della Stanford University. Dopo la sua stagione junior, mentre era eleggibile per la bozza della NFL, decise di rimanere a Stanford (rifiutando la retribuzione) per dare il buon esempio alla gioventù di Chicano che aveva insegnato. A causa di infortuni e incoerenze, la sua carriera nella NFL fu una delusione fino al 1980 a 33 anni con gli Oakland Raiders. Sostituendo un avvocato infortunato, è arrivato a guidare Oakland ai playoff e una vittoria del Super Bowl. Completata la redenzione, avrebbe vinto un altro Super Bowl prima della pensione. Alto carattere e perseveranza sono gli strumenti più grandi per trovare il nostro lieto fine. (Tweet questo)

Dimostrali male

La Draft NFL del 1983 è considerata la più grande bozza di QB di tutti i tempi. Dan Marino era in fondo a quella grande classe. I QB scelti prima di lui erano John Elway, Todd Blackledge, Jim Kelly, Tony Eason e Ken O'Brien. Dan Marino è stato scelto dai Miami Dolphins ed è impaziente di dimostrare che gli scout sono sbagliati. Ora è membro della Hall of Fame della NFL, ha suonato in 9 Pro Bowls, un Super Bowl, è stato il Nok Rookie of the Year, ha vinto il premio NFL MVP e nel 1998 è stato anche nominato vincitore dell'anno Walter Payton Man. ha anche una forte presa sui record di passaggio della NFL. Uomini come Dan Marino ci danno l'esempio che gli "esperti" non hanno sempre ragione, e la passione profonda è un'intangibile che supera molte carenze. Se hai la passione di essere un papà All Pro e le probabilità si accumulano contro di te … dimostrale che si sbagliano.

You May Also Like

marriage intimacy
4 lettere che possono aiutarti a connetterti meglio con il tuo coniuge
childs imagination
6 modi per coltivare l'immaginazione di tuo figlio

Must Read

Menu