Live In The Now

Crescita Personale

Sotto un cielo limpido e azzurro, un uomo scatta per prendere un treno in corsa. Ha sparato con una mitragliatrice contro i suoi inseguitori, i nazisti, e ha lanciato granate contro di loro, lanciando anche altre cariche e trappole. Ora, ha quasi raggiunto il treno di trasporto tedesco che lui ei suoi compagni prigionieri di guerra hanno sequestrato e stanno viaggiando in Svizzera. Si avvicina al treno, corre con la mano fuori … e viene colpito e ucciso con la mano a pochi centimetri dai suoi compagni prigionieri e solo a pochi metri dal confine svizzero e dalla sicurezza. Morte per pollici.

Ho mostrato quel filmato nel primo incontro del campo di addestramento di Indianapolis Colts nel 2004. Quando il filmato è finito, ho spiegato la teoria della morte per pollici, che Frank Sinatra ha subito alla fine dell'Express di Von Ryan.

Era uno di quei film che avevo visto da ragazzo a tarda notte con mio zio Paul, mia zia Rosemarie e mio padre. Ho spiegato al team che non erano le grandi cose che ci avevano fatto scattare negli anni precedenti, ma piuttosto una combinazione di piccoli dettagli. Concentrandoci su quei dettagli – pollici – potremmo raggiungere il nostro obiettivo piuttosto che venire a corto.

"Non reinventeremo la ruota. Faremo quello che facciamo; faremo solo meglio. Non ci concentreremo sul miglioramento della stagione 12-4 dell'anno scorso, ma cercheremo di migliorare e vincere la nostra prima partita. E poi miglioreremo e vinceremo la nostra seconda partita. Lo faremo facendo le piccole cose giuste ".

Ogni anno, il tema del mio primo discorso al campo di addestramento era la famiglia. Volevo che ogni ragazzo capisse che la sua famiglia è la sua prima priorità. "Tratta con loro, concentrati su di loro e prenditi cura di eventuali problemi o problemi ad essi correlati", ho detto al team nel 2004. "Se mai imparassi che c'era qualcosa con la tua famiglia che doveva essere affrontato e hai messo considerazioni di gruppo prima della famiglia senza parlare con me, ci sarà un problema. Un grosso problema."

Era particolarmente vero quell'anno. Mio padre era appena morto e ho riflettuto sui ricordi con lui. Mi sono reso conto che non abbiamo famiglia per sempre. Quando pensi alla morte, ti concentri maggiormente sul tempo, il tempo che hai oggi e su come sembra che tu stia urlando. Vivi nel momento, approfitta di ogni momento e sii fedele nei dettagli, specialmente con la tua famiglia.

You May Also Like

Mio figlio non è un hobby per i ragazzi
Mio figlio non è un hobby per i ragazzi
influence your child
Perché hai bisogno di persone chiave per influenzare tuo figlio

Must Read

Menu