Questa frase di 2 parole renderà il tuo bambino uno studente migliore

Bambini (4-12)

Ti sei mai trovato a confrontare l'infanzia dei tuoi figli con la tua? Lo faccio tutto il tempo. Una delle principali differenze che ho notato è che la vita per loro si muove molto più rapidamente. Quando eravamo bambini, dovevamo sederci durante le pause pubblicitarie o usare gli spot pubblicitari per correre in bagno. I miei figli difficilmente sanno cosa sia una pubblicità. Ci siamo seduti pazientemente alla radio in attesa dell'arrivo della nostra canzone preferita, pronti a battere il disco su un registratore. Oggi, non appena ti piace un brano, puoi possederlo con il semplice tocco di un pulsante sul telefono. Abbiamo aspettato di dichiarare un maggiore e poi l'abbiamo cambiato nel nostro terzo anno di college. Ora i bambini si stanno diplomando al liceo con abbastanza crediti per entrare al college con solo due anni dalla fine.

I bambini di oggi non hanno così tanto tempo libero. Gli stimoli sono ovunque. E c'è meno tempo per i nostri bambini a respirare. È facile capire come ciò porterebbe allo stress, ma uno dei pericoli nascosti della loro eccessiva stimolazione è che influisce negativamente sull'apprendimento dei bambini. Ma puoi reagire con una semplice frase di 2 parole.

"Mi chiedo…"

La pressione sui bambini da raggiungere, unita alla nostra convinzione che il successo di nostro figlio sia un riflesso di noi, ci porta a pianificare in modo eccessivo le loro vite. Una programmazione eccessiva lascia poco spazio alla noia, alla spontaneità, al silenzio e al gioco. Ma solo includere le parole "Mi chiedo" in una conversazione può contrastare questo e avere un profondo effetto sul cervello di tuo figlio.

C'è una teoria sull'apprendimento chiamata The Wonder Approach. Fondamentalmente, suggerisce che la meraviglia è al centro di ogni motivazione e azione, e quindi, in sostanza, al centro dell'apprendimento di tutti i bambini. Quando un bambino si chiede, vede la bellezza, è sensibile al mondo che ci circonda e attraverso la sicurezza, ha la libertà di esplorare pensieri e idee. Sembra un po 'terroso, eh?

Pensiamo al contrario. Un'infanzia senza meraviglia, bellezza, sensibilità e sicurezza avrebbe comunque sviluppo, ma non sta imparando. Si sta allenando. Mi vengono in mente immagini orribili del lavoro minorile e della Germania nazista. Bene, questo si è fatto presto buio!

Che ne dici di un esempio pratico, non scuro della timeline?

Ecco come ho usato "Mi chiedo" e come si collegava all'apprendimento dei miei figli. Un giorno eravamo seduti nel patio e i miei figli, incredibilmente annoiati, hanno posto la domanda preferita di ogni mamma: "Cosa c'è da fare?" Se avessero optato per la TV o l'iPad, sarebbero stati molto stimolati e fuori dai miei capelli.

Invece, ho guardato l'enorme quercia nel nostro cortile e ho detto: "Mi chiedo cosa ci sia nel nodo di quell'albero". Per l'ora successiva, ho visto i miei figli alternarsi in piedi su una sedia, infilando bastoncini nel nodo, gridando all'idea che un mostro saltasse fuori.

Solo dicendo "Mi chiedo" ha aperto la porta. Hanno visto il mondo e la sua bellezza e si sono connessi ad esso. Poiché sentivano la sicurezza di un genitore vicino, avevano la libertà di esplorare. Hanno imparato che c'era solo un mucchio di terra, ghiande e muschio in quel nodo, ma le loro ruote stavano girando.

Questa semplice frase di due parole non è una cura per tutti. Ma in un mondo che lascia poco spazio o tempo all'immaginazione, "Mi chiedo" potrebbe essere un promemoria che le loro menti sono costruite per scoprire ed esplorare. Mi chiedo quando posso usarlo dopo …

In che modo aiuti i tuoi figli a rallentare e notare il mondo che li circonda?

You May Also Like

#metoo movement
6 cose da insegnare ai ragazzi in un mondo di movimento Post #MeToo
Cosa non mi aspettavo di aspettarmi Baby # 2
Cosa non mi aspettavo di aspettarmi Baby # 2

Must Read

Menu